Artisti

EEF – “Faded Memory”

today8 Giugno 2024 2

Sfondo
share close

“Faded Memory” è il titolo del nuovo singolo che accompagna l’uscita del nuovo album “What eef?”, del quintetto marchigiano EEF (Early Ettringite Formation)
Il titolo “what eef?” rappresenta un gioco di parole sottile che richiama la domanda “What If?” (E se?). Questo titolo evocativo invita l’ascoltatore a esplorare nuove possibilità, a sognare senza confini, e interrogarsi sulle infinite opportunità che la vita offre.

Dopo il loro album di debutto “Horror Vacui”, questo secondo lavoro segna il debutto del nuovo frontman Edoardo Gili che, con la sua anima Soul, condurrà per mano gli ascoltatori attraverso un viaggio emotivo fra testi e melodie avvincenti. È un’opera che incarna l’autentico marchio di fabbrica degli EEFacronimo di Early Ettringite Formation, miscelando sonorità che abbracciano con maestria il Rock, Funk, Soul e Fusion, dando vita a composizioni originali e coinvolgenti.
L’album, composto da 10 tracce, offre una panoramica delle diverse sfaccettature della vita, dalla spensieratezza di “Downtown” alla profondità di “Lack of Reason”, dalla nostalgia di “Something For You” alla ribellione di “Reloaded Mind”. Ogni brano racconta una storia unica, arricchita dalle influenze e dai background diversificati dei membri della band.
 “Faded Memory” è il singolo scelto a supporto del lancio dell’album, ultima traccia del disco dalle atmosfere cupe e distopiche, con un sound Rock/Blues suonato su delle linee ritmiche molto moderne. Ed è con questa traccia che la band ha voluto chiudere l’album, forse per fare eco di nuovo al titolo “What Eef”, lasciando aperte tutte le possibilità, ma al contempo riaffermando quell’impronta rock che accomuna tutti gli elementi del gruppo.
L’uscita di “what eef?” segna un nuovo capitolo emozionante per gli EEF, che continuano a sorprendere e a innovare nel panorama musicale internazionale.

Gli EEF Sono:
Edoardo Gili: Vocals
Mattia Leoni: Drums
Giovanni Golaschi: Bass
Umberto Ferretti: Guitar
Leonardo Rosselli: Saxophone

 

Facebook

YouTube

Instagram

Spotify

Scritto da: Matteo

Rate it
0%