Artisti Emergenti

Road Syndicate – “Faster”

today6 Marzo 2024 3

Sfondo
share close

Arriva un 2024 pieno di novità in casa Road Syndicate. Dopo una “pausa di riflessione” durata oltre sei mesi, la band cambia tante cose all’interno del suo percorso artistico e professionale. Anzitutto si registra il cambio di etichetta discografica e la firma con Elevate Records. Inoltre, arriva anche il cambio di management: al posto di Hell Music Agency subentra Pietro Cerquatti. Confermatissimo, invece, dopo anni di collaborazione, il rapporto con FGR Press. Ma le novità sul piano artistico sono ulteriori.

Il nuovo corso dei Road Syndicate vede il coinvolgimento di Roberto Priori, producer espertissimo e di grande profilo, che affiancherà in consolle il chitarrista Fabio Lanciotti e l’ingresso del nuovo Bassista Giulio Guaitolini, già leader e frontman dell’alternative metal band romana Cinaski e bassista e cantante della Steve’s Band. Dopo anni di instabilità della lineup, dunque, il ritorno a una formazione compatta e affiatata, con un bassista/cantante dotato di capacità compositive da affiancare al leader Lorenzo Cortoni.

Per questo motivo il sound della band, dopo la sbornia art-rock di Vol II, torna allo stile “live in studio” che ha caratterizzato l’album d’esordio Smoke e l’Ep The Lockdown Sessions. Anche l’album in arrivo sembra tornare al periodo più blues della band. Ad iniziare dall’artowork firmato di nuovo da Officine-k. A fargli da apripista è il nuovo singolo Faster, registrato live nello studio della band e sapientemente manipolato da Roberto Priori, uscito su tutte le piattaforme il 9 febbraio. Il relativo video clip vede la partecipazione di diveri personaggi noti nella night life romana. Dalla showgirl Loredana Bontempi a Giorgio Daviddi del Trio Medusa (Le Iene, Rado Dj), passando per Andrea “Pomata” Di Persio, Fabrizio “Ninjia” Ruggiero e Marco “Boz” Mazzerioli.

Brano veloce e aggressivo, tipicamente Road Syndicate e con un testo che, più o meno, recita

“Breaking all the rules” (fanculo alle regole), Faster è un perfetto antipasto dell’album A Shot Of R’n’R che verrà pubblicato ad aprile. La band ha presentato molti dei nuovi brani il 23 gennaio alla Locanda Blues di Roma.

Band dedita all’hard rock blues formata da quattro tra i più rinomati professionisti della piazza romana, tutti attivi dalla metà degli anni ‘90, i Road Syndicate hanno prodotto fin qui sei singoli, due album e possono vantare una massiccia attività live, concentrata soprattutto nei club della natia Roma. Amici e colleghi da sempre, dopo una intera carriera vissuta dividendosi tra le classiche attività di insegnamento, turnismo, ghost writing e live club, i quattro decidono di mettersi in proprio su proposta del cantante/autore Lorenzo Cortoni e del chitarrista/produttore Fabio Lanciotti.

 

Una batteria funambolica e potente, un basso solido e preciso, una chitarra essenziale e psichedelica, si mettono così al servizio delle eleganti melodie proposte da una voce calda e bluesy. I testi vengono al momento espressi in inglese, lingua che i nostri frequentano abitualmente per motivi di lavoro. Per quanto riguarda i concerti dal vivo, la grande esperienza accumulata in anni di lavoro rende il live set dei Road Syndicate molto coinvolgente e dinamico su ogni tipologia di palco e location.

I capitolini, oltretutto, sono stati tra i primi a proporre le loro esibizioni in diretta streaming durante la pandemia, intuizione che si è rivelata vincente e che ha dato vita al “Virtual Tour 2021”.

L’abitudine a registrare professionalmente, legata al fatto che la band dispone di un proprio studio di registrazione autonomo, permette al quartetto di realizzare produzioni snelle ed efficaci in pochissimo tempo. Imminente l’uscita del loro prossimo capitolo discografico, la cui pubblicazione è prevista per il 2024.

 

La line-up è composta da:

Lorenzo Cortoni – Voce

Fabio Lanciotti – Chitarra

Giulio Guaitolini – Basso

Cristiano Ruggiero – Batteria

 

https://www.facebook.com/RoadSyndicate

https://www.youtube.com/@roadsyndicate647

https://www.instagram.com/road_syndicate/

https://twitter.com/RoadSynd

https://www.roadsyndicate.it/

 

 

Scritto da: Matteo

Rate it
0%