On Air: Loading ...---

On Air: Loading ...---

Lorenzo Pucci

E’ uscito Temporale, il singolo del cantautore romano Lorenzo Pucci che anticipa il suo album d’esordio Sono sempre in ritardo. Il brano inedito, disponibile su Spotify, e su tutte le principali piattaforme digitali, è distribuito da Artist First.

Il nuovo singolo approfondisce lo scontro fra le emozioni intime del cantautore e ciò che è imposto dal mondo esterno. Già dall'incipit si palesa il bisogno di fuggire dall'ansia generazionale e, per tutta la durata del brano, risulta evidente la voglia di scrollarsi di dosso il senso di disorientamento provocato dalla pressione con la quale si affrontano gli impegni quotidiani. Il fine dell’artista è quello di trovare un equilibrio prima di “sbiadire” a causa della fretta di raggiungere i propri obiettivi.
“Dammi del colore che sto per sbiadire! Restami vicino non riesco a dormire! Credo sia una corsa generazionale, ma spegni con le mani questo temporale.”
Con un sound decisamente accattivante, l’inizio del brano è caratterizzato da un giro di accordi dal sapore gospel e da un ritornello accompagnato dal suono squillante della tromba e da un coro di voci che descrivono perfettamente l’urlo di ribellione del cantante.
Lorenzo Pucci, classe 1993, è un cantautore romano con un percorso che lo vede passare da batterista, musicista e autore dietro le quinte a cantante e volto del progetto che porta il suo nome. Entra nel mondo della musica iniziando a suonare la batteria per molti anni, in primo luogo frequentando diverse accademie musicali e poi cominciando a collaborare con numerose band.
Parallelamente inizia a scrivere canzoni. Nel 2015, insieme ad altri musicisti, apre uno studio a Trastevere, il Pyramid Produzioni, e con i suoi soci, Declich (Federico Mezzana) e Dario Felli, e con l’aiuto del compositore e pianista Paolo Casali, inizia a prendere forma il suo lavoro da songwriter.
Smette così di proporre i suoi brani a terzi e dal 2019 lavora per produrre i suoi primi singoli: Al volo (2019), Quinto (2020), Diploma (2020), Non è cosa (2020), La scritta fine (2020). La sua musica è un vero e proprio viaggio con un bagaglio musicale eterogeneo: dal punto di vista testuale è
fortemente influenzato dai grandi cantautori della tradizione, come Fabrizio De André e Lucio Dalla, e la freschezza nell’uso delle parole lo colloca all’interno del nuovo cantautorato italiano; dal punto di vista musicale, elementi propri di esponenti del Nu Soul e dell’hip hop moderni, come
Mac Miller e Chance the Rapper, si incontrano con l'approccio di grandi artisti folk e soul, come Ben Harper, e con cantanti pop eclettici contemporanei come JP Cooper. Attualmente sta lavorando al suo primo album che vedrà la luce nel 2021, produzione realizzata nell’ambito del
programma LAZIOSound di GenerAzioni Giovani e finanziata dalle Politiche Giovanili della Regione Lazio e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù.

  • Visite: 150

Licenza SIAE n. 202000000154 - Licenza SCF n. 167/5/21

PAGE TOP