On Air: Loading ...---

On Air: Loading ...---

Frammenti

E’ in rotazione radiofonica Fukushima, singolo che succede a L’attesa di e anticipa il secondo di 4 ep legati alla tematica del viaggio, questa volta soffermandosi sulla partenza (mentale o fisica che sia).

Il vivace sperimentalismo pop di Frammenti, ci porta dritti in una strada di provincia giapponese, dove un caldissimo electro-funk mette in musica una dedica a tutte quelle persone che sanno farti volare con la mente e con il corpo.
“In una situazione stagnante” dicono i quattro ragazzi “oppressi dall’afa paludosa della provincia, ci siamo immaginati di poter volare altrove. Il Giappone era ciò che di più lontano riuscivamo ad ipotizzare e, si sa, la lontananza stimola la fantasia”.
Fukushima, prodotta con il duo Ocean Dreams, cita velatamente Gino Paoli, il primo ad insegnarci che l’amore è in grado di farci volare fuori dalle barriere del nostro corpo, della nostra casa e della nostra mente, oltrepassando ogni forma di pregiudizio. Proprio come la musica, che
anche in questo caso spazia dal cantautorato, al funk attraverso la chiave
dell’elettronica. “Abbiamo celebrato un matrimonio tra la musicalità di Bruno Mars e le parole Gino Paoli, speriamo di non stimolare altri tragici risvolti all’artista genovese”, dicono ironicamente Frammenti.
A quest’ultimo tema si lega il videoclip (disponibile dall’8 luglio alle ore 21 sul canale
YouTube della band) che accompagnerà l’uscita del brano. Una ex trattoria di provincia, divenuta ristorante orientale è la location simbolo di un melting-pot culturale straordinario.
“Trovarsi a mangiare cibo orientale nel mezzo della campagna veneta, dove già il lambrusco è un prodotto esotico, sembra un’idea carica di stimoli creativi. Noi abbiamo voluto inserirci il trattamento che subisce la musica originale in provincia”. Nel video infatti i clienti risultano infastiditi dalle radiazioni della musica live (vera e propria criptonite per l’autoctono veneto) proposta da Frammenti, tutto cambia però quando Francesco, rimasto solo, decide di dare avvio a un Karaoke…
Scritta in un periodo di restrizioni, Fukushima è l’augurio per un’estate leggera, all’insegna della ripartenza verso destinazioni nuove e lontane.

Frammenti è una band indie elettronica, formatosi a Conegliano Veneto nel giugno del 2016. Dopo due anni di sperimentazione e avanscoperta, i quattro ragazzi portano alla luce “Istantanee”, un disco dal sound nuovo,
con contaminazioni che vanno dall’ambient all’electro funk. L’album ottiene un buon riscontro sui canali di streaming online e un’ottima recensione su Rockit.
Poco dopo pubblicano il singolo “La festa”, realizzato in collaborazione con Alessandro Furlan, artista conosciuto durante i casting di Amici.
Successivamente esce l’ep “Divieto di Asfissione” nel quale vengono sperimentate direzioni nuove e un sound che alla band piace definire “Hip Pop”. L’ep, di sole due canzoni, colleziona 20000 streams Spotify nell’arco di due settimane dando il via a un’ascensione. Il 25 febbraio  esce “Come in un film horror”, singolo che vede il featured artist Lee Odia.
Segue la pandemia, la quarantena e il singolo Mi dicono cambia, con il quale i ragazzi fanno il loro ingresso nella playlist Scuola indie dove rimangono per mesi.
Contemporaneamente firmano un contratto con il distributore Artist First e l’etichetta Matilde dischi, pubblicando i singoli “Punto di fuga”, “Rumore” e “Senza di te”, che totalizzano 100.000 streams.
Il traguardo diventa una partenza e il loro desiderio d’indipendenza li porta a fondare il collettivo MM lab, laboratorio ed etichetta che si occupa di produzione, distribuzione e diffusione dei loro brani da marzo 2021.

La band Frammenti sono:
Francesco Da Ros - Tastiere, Programmazioni
Mauro Serafin - Voce, Batteria
Alex Michielin - Basso, Synth, Voce
Antonio Cettolin - Chitarra, Voce

  • Visite: 167

Licenza SIAE n. 202000000154 - Licenza SCF n. 167/5/21

PAGE TOP